Benvenuti nel nostro sito web

Nel nostro sito potrete trovare informazioni sulla nostra azienda e le nostre attività. Approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa possiamo fare per voi.

Questo sito vi consentirà di conoscerci meglio e di entrare in qualsiasi momento in contatto con noi per ricevere maggiori informazioni.

I nostri operatori risponderanno per te al numero verde  800340088

La nostra linea

 I nostri prodotti sono studiati da esperti nutrizionisti per combattere in modo efficace e rapido i problemi di sovrappeso esposto a gravi patologie ad esso collegati.

Vantaggi Vantaggi della dieta chetogenica

La dieta chetogenica può esercitare dei vantaggi:

Come Funziona Cenni sulla produzione energetica

La produzione energetica cellulare avviene grazie alla metabolizzazione di alcuni substrati, soprattutto glucosio ed acidi grassi. Per lo più, questo processo inizia nel citoplasma (glicolisianaerobica – senza ossigeno) e termina nei mitocondri (ciclo di Krebs – con ossigeno - e ricarica dell'ATP). Nota: le cellule muscolarisono anche in grado di ossidare buone quantità di amminoacidi ramificati. Bisogna però sottolineare due aspetti fondamentali:

  1. Alcuni tessuti, come quello nervoso, funzionano “quasi” esclusivamente a glucosio
  2. Il corretto utilizzo cellulare degli acidi grassi è subordinato alla presenza di glucosio che, se carente, viene prodotto dal fegatomediante neoglucogenesi (a partire da substrati come amminoacidi glucogenici e glicerolo). 

    Nota: da sola, la neoglucogenesi non è in grado di soddisfare definitivamente, nel lungo termine, le richieste metaboliche dell'intero organismo.

Ecco perché i carboidrati, pur non potendo essere definiti “essenziali”, vanno considerati nutrienti comunque indispensabili e se ne consiglia un'assunzione minima di 180 g/die (la quantità minima per garantire la piena funzionalità del sistema nervoso centrale).

KETOS COME FUNZIONA?

Il Ketos si presenta in confezioni bustine da 20 grammi in gusto Latte, Arancia, Cacao e Fragola.

IL 65% e’ costituito da proteine idrolizzate del latte, questo vuole dire grande qualità del prodotto con un profilo aminoacidico completo che viene rapidamente assorbito durante la digestione.

Il prodtto deve essere utilizzato come pasto sostituitivo, in assoluta assenza di carboidrati, quindi 2 bustine al giorno per un massimo di 14 giorni.

Successivamnte utilizzare per 7 giorni due bustine al giorno di Amislim poter riequilibrare il profilo aminoacidico.

Dieta chetogenica significa “dieta che produce corpi chetonici” (un residuo metabolico della produzione energetica). 

Regolarmente prodotti in quantità minime e facilmente smaltibili con le urine e la ventilazione polmonare, nella dieta chetogenica i corpi chetonici raggiungono un livello superiore alla condizione normale. L'eccesso indesiderato di corpi chetonici, responsabile della tendenza all'abbassamento del pH sanguigno, è detto chetosi. Anche l'attività motoria incide, positivamente o negativamente (a seconda del caso), sulla condizione di chetoacidosi. 

La presenza di corpi chetonici nel sangue esercita diversi effetti sull'organismo; alcuni  vengono considerati utili nel processo di dimagrimento, altri sono di tipo “collaterale”.

Cosa mangiare nella dieta chetogenica?

L'aspetto più importante per raggiungere lo stato di chetosi è mangiare alimenti che non contengono carboidrati, limitare quelli che ne apportano pochi ed evitare i cibi che ne sono ricchi.
Gli alimenti consigliati sono:

  • Carneprodotti della pesca e uova – I gruppo fondamentale degli alimenti
  • Formaggi - II gruppo fondamentale degli alimenti
  • Grassi e oli da condimento – V gruppo fondamentale degli alimenti
  • Ortaggi – VI e VII gruppo fondamentale degli alimenti.

Gli alimenti sconsigliati invece, sono:

  • Cerealipatate e derivati – III gruppo fondamentale degli alimenti
  • Legumi – IV gruppo fondamentale degli alimenti
  • Frutti - VI e VII gruppo fondamentale degli alimenti
  • Bibite dolci, dolciumi vari, birra ecc.

In genere, si consiglia di mantenere un'assunzione di carboidrati inferiore o uguale a 50 g/die, organizzata idealmente in 3 porzioni con 20 g ciascuna.
Una linea guida piuttosto severa per una corretta dieta chetogenica prevede una ripartizione energetica di:

  • 10% da carboidrati
  • 15-25% di proteine (non dimenticando che le proteine, contenendo anche amminoacidi glucogenici, partecipano a sostenere il livello di glucosio nel sangue)
  • 70% o più da grassi.